La Petite Trousse

50 Sfumature di grigio, nero, rosso

su luglio 29, 2012

Sono sempre stata un’appassionata di lett(erat)ura. Ho letto tanto e ho scritto ancor di più, credo fermamente nel potere di riscatto che questa ha nei confronti di una realtà a volte offensiva (“La letteratura è una difesa contro le offese della vita” diceva Cesare Pavese) e sono un’estimatrice di alcuni dei libri forse agli occhi degli altri più noiosi al mondo.
Da Camus a Nabokov, da Bulgakov a Borges, ho passato l’adolescenza tra pagine e scaffali, con un colorito verde-grigiotopo a testimoniarlo il più delle volte, ma con in testa scenari e panorami che mi si sono aperti davanti dandomi nuove visioni del mondo.
Contemporaneamente ho sempre pensato che sia necessario essere onnivori, non è mangiando solo caviale che si cresce sani e neanche riempiendosi la pancia solo di schifezze, l’ideale è bilanciare. Non ci si deve mettere dei limiti altrimenti ci si ingabbia e ci si toglie il piacere di fare nuove scoperte.
Se tutto il mondo legge un libro sarà perchè almeno uno dei motivi per i quali quella storia è stata scritta è stato raggiunto: fa distogliere l’attenzione dalla realtà, porta in un’altra dimensione e allora vale la pena di essere letto o almeno sbirciato.
Con questo spirito ho letto Harry Potter, Il Signore degli Anelli, I love Shopping, la saga di Twilight e ora sì, lo ammetto, anche io l’ho fatto, 50 sfumature di grigio e relativi seguiti (sfumature di nero e rosso).
E che goduria!
Che piacere sublime immergersi in una storia d’amore appena più osé di un vecchio Harmony ma con tutti i luoghi comuni che restano immodificabili nella mente delle donne.
Uomini belli, tenebrosi, pieni di problemi, da salvare, strani, premurosi, ma assolutamente innamorati di noi. Così tanto da modificare nel profondo il loro modo di essere. Così tanto da condividere tutto con noi, dolci principesse del loro regno. Amori esclusivi, brucianti, storie d’amore brevi e definitive, senza alcun dubbio se non quello passeggero quanto una nuvola rapida, che riporta sempre e solo alla certezza dell’amore sicuro anche se doloroso.
Vorrei essere cinica, vorrei poter dire qualcosa di tagliente, ma in realtà no, non lo voglio.
Mi iscrivo a tutte le pagine Facebook su Christian Grey (protagonista dei tre libri), inizio a pensare a chi lo interpreterà nella sicura trasposizione cinematografica e mi metto a sognare di incontrare qualcuno che almeno in una sola delle sue 50 sfumature (di perfezione!) gli assomigli.
La letteratura non serve in fondo anche a cullare i propri desideri in vagonate di possibilità alternative? Voi cosa ne pensate?
Annunci

5 responses to “50 Sfumature di grigio, nero, rosso

  1. Jessica ha detto:

    CrI io li ho appena irdinati tutti e 3… C’è chi ne parla bene e chi ne parla male… Ma se fanno parlare così tanto un motivo ci sarà!!!!! 😉

  2. Ketty Cappelletti ha detto:

    letti e riletti e riletti….incomparabili…

  3. Lori ha detto:

    Bellissimi pure io letti e riletti – e mi Hanno pure detto che presto uscirà il 4 dove qst volta la voce narrante sarà Grey – speriamo a breve – nel frattempo vorrei sapere il nome dell attore qui pubblicato ? Ma è lui che interpreterà la parte di Grey nel film? Se si scelta azzeccata – ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...