La Petite Trousse

Il Lussemburgo e la Rockhal: meta di concerti nel centro dell’Europa più avanzata

su gennaio 31, 2014

Quando si decide di partire per un’avventura da concerto, è necessario informarsi a lungo prima di capire qual è la soluzione piu’ comoda e low-cost per fare il viaggio e arrivare a destinazione in tempo per il concerto. Per evitare di prendere molti giorni di ferie o spendere meno per il pernottamento. Tra le destinazioni in cui sono stata quest’anno Luxembourg non è stata tra le piu’ semplici da inquadrare, ma poi, funzionando tutto benissimo, in realtà è stato comodissimo arrivarci!

“Il Granducato di Lussemburgo, unico granducato al mondo, è uno stato membro dell’Unione europea situato tra Germania, Francia e Belgio. È uno stato senza sbocco al mare” (dice Wikipedia) ed è davvero minuscolo (aggiungo io).

Come molti Stati del centro e nord Europa ha pero’ un’altissima qualità della vita, che non dipende solo dalla mancanza di criminalità, dall’efficienza dei servizi pubblici e dagli stipendi alti, ma anche dalla varietà degli svaghi culturali.

Pur avendo un territorio piccolissimo e avendo una densità di popolazione molto bassa, il Lussemburgo è destinazione obbligata per i tour di moltissime rockband che fanno tutte tappa alla Rockhal, una venue che è a Esch Sur Alzette, al numero 5 di Avenue Du Rock and Roll.

Rockhal Avenue Du Rock And Roll

La rockband che vorreste vedere in concerto non fa date in Italia? Oppure volete andare a fare il “bis” di un concerto che avete già visto? Il Luxembourg non è così scomodo da raggiungere, tanto che quest’anno ci sono stata due volte proprio per occasioni musicali.

Ecco una serie di consigli per arrivare, soggiornare, godersi i concerti e avere una risposta alla domanda che incessantemente vi farete nella vostra mente e cioè “ma dove siamo finiti?”.

esch sur alzette su yelp

ARRIVARE IN LUSSEMBURGO DALL’ITALIA:

I voli diretti per il Luxembourg sono molto cari. La strategia vincente è quella di prendere un volo low cost per una delle capitali europee intorno e poi andare in treno o in bus. Siccome con gli algoritmi che regolano i prezzi dei voli aerei non si sa mai, vi consiglio però di controllare i voli su Expedia.
Queste sono le soluzioni che ho sperimentato:

A Marzo 2013 sono partita da Napoli e ho fatto così:

  • Aereo Easyjet Napoli-Parigi (circa 100 euro A/R e circa 2 ore di percorrenza)
  • Treno in offerta TGV Parigi-Luxembourg (25 euro in promozione)
  • (e viceversa)

Partenza da Ciampino con Ryanair
A Giugno 2013 sono partita da Roma e ho preferito fare una soluzione mista:

  • Roma Ciampino-Francoforte Hahn con Ryanair (30 euro)
  • Autobus Flibco 5 euro in promozione fino a Luxembourg Gare, la stazione centrale della città di Lussemburgo.
  • Al ritorno ho preso lo stesso autobus, ma per Bruxelles Charles Le Roi sempre a 5 euro in promozione e poi ho preso un volo di Ryanair per Roma sempre a meno di 40 euro.

ARRIVARE ALLA ROCKHAL DA LUXEMBOURG GARE – CENTRAL STATION:

In Treno: Dalla stazione di Luxembourg Gare fino alla venue è necessario prendere un trenino locale/regionale, la linea 60, che impiega circa 20 minuti per arrivare a destinazione. La fermata giusta a cui scendere non è “Esch Sur Alzette” , ma Belval-Universitè che è proprio alle spalle della sala del concerto.
In bus (ma non l’ho sperimentato in prima persona): bisogna prendere le linee 3 e 4, che hanno degli stop à Esch Sur Alzette, ma io vi consiglio il treno, è davvero comodissimo!

DOVE SOGGIORNARE:

So che ci sono diversi alberghi per soggiornare intorno alla Rockhal, ma l’Ibis proprio di fronte è un sogno. Immaginate di essere appena uscite dal concerto, sudati, accaldati, probabilmente stanchi: bè, attraversate e l’albergo è lì ad attendervi!
E’ ufficialmente un 2 stelle, ma la qualità è altissima e in 2 riuscite a pagare 20/25 euro a testa per una notte senza colazione.

COME GODERSI IL CONCERTO:
Se siete il tipo di fan che, come me, ama stare in giro l’intero giorno del concerto per fare amicizia con altri appassionati di musica, prendere un posto nelle prime file, magari riuscire a incontrare le band…bè il Lussemburgo è il posto adatto per voi!
Le file iniziano verso le 14-15 del pomeriggio, ma sono rilassate, piene di passatempi. Durante la fila ci siamo tenute il posto a vicenda io e la mia compagna di avventura Lucia per fare un giro della zona, comprare dei popcorn al cinema vicino (che poi si sono rivelati pop corn zuccherati), andare in stanza a usare il bagno o prendere una maglia in piu’, insomma per stare comode.
All’interno della sala di concerto, una volta superati i controlli all’ingresso, l’atmosfera è serena ed è bello godersi qualcosa da bere prima di iniziare, ma attenzione alla birra: fa fare troppa pipì, è incompatibile con le prime file!

Fila concerto dei Killers in Luxembourg

Subito dopo il concerto, se si ha voglia di conoscere la band, con i gruppi piu’ disponibili è davvero facile fare due chiacchiere!
Cercateli sulla sinistra dell’ingresso, dove c’è la grata e sono parcheggiati i tour bus o semplicemente i van che portano in giro per l’Europa la strumentazione dei musicisti, le band escono e si intrattengono con i fan!

COSA FARE IN LUXEMBOURG:

Se il giorno dopo avete l’aereo tardi o volete trattenervi un po’ in città per conoscerla meglio il mio consiglio è di cedere al fascino del tour in autobus con spiegazione: i Sightseeing non hanno il classico colore rosso, ma sono verdi!

Cityseeing Luxembourg
Costano circa 12 euro per gli studenti e 14 per gli “adulti” e sono davvero ben fatti. Fanno fare un bel giro dando moltissime informazioni e curiosità. Sono previsti alcuni stop per ammirare scorci panoramici e ovviamente con la formula “hop-on-hop-off” valida 24 ore potete utilizzarli per fare più giri. Non vi aspettate di fare un giro lunghissimo o di passare la giornata, perchè Luxembourg è piccola, ma è sicuramente un bel modo per conoscere le bellezze architettoniche!
Per un caffè nella piazza centrale, Place d’Armes, seduti al tavolino considerate almeno 4-5 euro, ma vale proprio la pena, soprattutto in una giornata soleggiata, di fermarsi qui a godere dell’area interamente pedonale e del passeggio silenzioso e tranquillo dei cittadini abituati a essere nel cuore del continente.
Per un pasto caldo ricordate che i ristoranti, così come i negozi, chiudono molto presto e non sono particolarmente economici, ma con 20 euro a pasto potete farcela.

Curiosità:
Vedrete girare Ferrari e Louis Vuitton come se fosse la normalità e nessuno vi verrà mai a parlare di crisi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...