La Petite Trousse

Nuxe – Siero “Crème Fraiche de Beauté”

Chi mi conosce lo sa: ho un debole per la Francia e in generale penso che “french do it better”, ma questa volta c’è l’oggettività a darmi ragione… Nuxe è garanzia di qualità!

Ho provato in questo ultimo periodo il Siero viso della linea Crème Fraiche di Nuxe e sono rimasta davvero colpita dalla delicatezza (è adatto anche per il contorno occhi!), dal profumo goloso (mi ricorda le note fruttate degli estratti per dolci) e dal piacere che provo nel spalmarmelo quotidianamente.

La texture è leggera e fluida, basta una piccola goccia per coprire l’intero viso. Il packaging che è con l’erogatore igienico ed è utilissimo per la corretta conservazione del prodotto, permette con una sola pressione di ottenere la giusta quantità di prodotto.

Questo siero è un trattamento ultra-concentrato, idratante e lenitivo ed è adatto per tutti i tipi di pelle e in particolare per quella sensibile. La sua tecnologia permette di mantenere la pelle idratata per 24 ore e se usato in complemento con gli altri prodotti della linea Crème Fraiche ne aumenta l’efficacia.

Il 94,1% degli ingredienti contenuti in questo siero è di origine naturale, ciò lo rende non comedogenico e assolutamente privo di parabeni.

Ciò che apprezzo oltre alla qualità del prodotto è l’impegno di Nuxe nella scelta degli ingredienti, ma anche l’attenzione etica ai test sugli animali e all’ambiente in genere. Vi ho parlato del brand in passato diverse volte, come ad esempio QUI e continuerò a farlo perchè mi trovo davvero bene con quasi tutti i prodotti del marchio.

La linea Crème Fraiche de Beauté, che è completa di Crema per pelli normali, Crema Light, Siero, Crema “arricchita”  e maschera, è stata già vendutissima in Francia, tanto da far scalare un altro gradino a Nuxe nel podio dei prodotti più venduti in farmacia in patria, ora che è arrivata in Italia sono sicura che non deluderà neanche noi italiane!

Ho già avuto modo di provare la maschera ed è nutriente e protettiva, molto comoda da utilizzare anche come base trucco (ovviamente godendosela con un po’ di anticipo rispetto al momento del make-up per facilitarne l’assorbimento)e ve ne parlerò presto.

Voi che ne pensate?

Lascia un commento »

Bionsen – Remineralizing Body Lotion

Una valida alleata di questa estate e dell’inizio di questo autunno è la crema fluida per il corpo Remineralizing Body Lotion” di Bionsen – Japanese SPA ACTIVE MINERALS. 

L’ho ricevuta in prova e, dopo averla divisa in comodi flaconcini da 100 ml comodi per l’aereo, l’ho portata in giro per un po’.

Che comfort, che scoperta! Nutriente come dopodoccia-doposole, dal potere vellutante come idratante quotidiano e come riparatrice di danni sui piedi rovinati dalle lunghe camminate o dalle arrampicate sulle rocce!

Davvero un’ottima scoperta con un profumo delizioso e molto delicato, che non interferisce con il profumo della pelle o con la fragranza che preferiamo (in questo momento per me Fuel for Life di Diesel).

Bionsen Remineralizing Body Lotion, come dice il nome, è una crema rimineralizzante che, grazie alla sua formula, agisce da bio-attivatrice cellulare per il mantenimento dell’idratazione, della salute e del benessere della pelle.

Questa crema fa parte della prima linea di skincare di Bionsen. Grazie all’utilizzo i minerali termali ed estratti vegetali nobili, il brand è riuscito a creare formule innovative che rivitalizzano la pelle di viso e corpo.

Grazie ai nostri studi sul “makeup minerale” sappiamo quanto queste preziose particelle naturali possano essere al tempo stesso utili e delicate sulla nostra pelle, quindi ben venga se Zinco, Manganese, Calcio, Magnesio, Rame si prenderanno da oggi in poi cura della nostra cute!

Il flacone della crema corpo è minimalista – puro stile giapponese – tanto che mi ricorda lo stile e i colori della catena asiatica MUJI! Il formato è di 250ML per poco più di 15 euro e la formula si conserva 12 mesi dopo l’apertura. Ma noi “Beauty Addicted” ne consumiamo piu’ di una in 12 mesi, non è vero? 🙂

Della stessa linea fanno parte:

  • Latte detergente rimineralizzante (estratti naturali di Bamboo, Proteine del Grano, Complesso di Attivi Minerali)  venduto al prezzo consigliato di €14,50
  • Crema Contorno Occhi Rimineralizzante (estratti naturali di Loto, Bamboo, Proteine del Grano, Complesso di Attivi Minerali) prezzo consigliato €23,50
  • Tonico Rimineralizzante (estratti di Ginko Biloba, Tè Verde, Complesso di Attivi Minerali )- prezzo consigliato €14,50
  • Crema Viso Idratante 24h (estratti naturali di Tè Verde, Centella Asiatica, Proteine del Grano e Complesso di Attivi Minerali) – prezzo consigliato €26,50
Che ne pensate di questo prodotto e della linea in generale? Vi tentano?
 
Lascia un commento »

Shaka Innovative Beauty

Ho ricevuto delle novità di Shaka Cosmetics, brand low cost che ultimamente sta lanciando diversi prodotti molto chiacchierati online.

Tra le circa 500 opzioni make up disponibili nell’intera linea tra occhi, viso labbra e mani è impossibile non trovare qualcosa di adatto al proprio tipo di maquillage preferito o semplicemente al proprio portafogli!

Texture, nuance e prodotti diversi tra loro rendono l’assortimento di questo brand uno dei suoi punti di forza. Nel corso dell’anno si aggiungeranno alla linea makeup anche una linea bagno e una skincare che aspetto di provare con curiosità.

Ho ricevuto in prova alcuni pezzi dellaa collezione di lancio “jeans” dai toni metallizzati e autunnali e la splendida Sugary Collection.

Cosa sono nel dettaglio?

Come vi dicevo la collezione JEANS è stata la prima a essere lanciata dal nuovo brand. Oltre ai 7 smalti metal che attraversano le tonalità piu’ scure dal blu/nero al viola, comprende anche 5 ombretti, 3 nuance di eyeliner, due gloss e dei particolarissimi rossetti tra cui questo color blue jeans che ho ricevuto. Adatto alle notti piu’ trasgressive o per ricreare uno dei look visti sugli ultimi Red Carpet.

Gli smalti hanno sfumature molto particolari, la stesura è piuttosto semplice grazie al pennellino corto e compatto, la formulazione rende necessarie due passate per un effetto coprente.

Per chi non ama i colori scuri, ma preferisce colorarsi con tinte pastello le unghie, c’è la Sugary Collection.

Otto smaltini dal bianco al rosa e all’azzurro che sembrano invitanti quanto dei mashmallow!

L’effetto è trasparente con alcuni brillantini sottili, adatto anche alle piu’ giovani, ma per chi ama un look STRONG è possibile avere una campitura piena con due passate (o tre per alcuni colori).

Il prezzo consigliato di vendita è di 1,99 euro per 5 ML di prodotto (12M è la scadenza dopo l’apertura), siamo ai livelli ultra low cost di Essence ma con un livello qualitativo (a una prima prova) più alto. Inoltre i prodotti sono tutti made in Europe. Voi che ne pensate di questo nuovo brand?

Shaka Innovative Beauty è distribuita in circa 95 negozi in Italia di cui 75 store OVS e 20 Upim. Online potete trovare il sito internet e la pagina social su Facebook se avete qualsiasi curiosità da chiedere allo staff!

Lascia un commento »

Nuxe – Pacchetto a sorpresa!

Che meraviglia aver ricevuto questo splendido pacchetto stamattina! Ci voleva proprio!

Grazie ai Laboratori Nuxe per avermi inviato queste novità di cui sicuramente vi parlerò prossimamente.

I prodotti che ho ricevuto fanno parte della nuova linea Crème Fraiche de Beauté che riunisce prestazioni vegetali e il piacere di una bella pelle.

Il nome evoca golosità…. quante ricette a base di Crème Fraiche sarebbe bello assaggiare? E così golosa diventerà la nostra pelle!

Cosmetici idratanti, lenitivi, dal profumo fresco e delicato e in linea con i valori Nuxe. Cosa chiedere di meglio?

Vi parlerò nel dettaglio di questi prodotti dopo averli provati, intanto iniziate a fare un giro sul sito internet per sbirciare tra le novità!

 

1 Commento »

L’Oréal Paris – Glam Shine 6H – Watermelon Fanatic

Non sono mai stata un’amante dei gloss perchè la sensazione “appiccicaticcia” che lasciano sulle labbra mi ha sempre fatto desistere dall’usarli con frequenza anche perchè non ne valeva mai la pena rispetto alla durata di 4-5 MINUTI che avevano, ma ultimamente sto utilizzando questo gloss di L’Oréal Paris che mi ha fatto cambiare idea!

Si tratta di un gloss della linea Glam Shine 6H nella tonalità Watermelon Fanatic (N°115).

E’ un rosa con iridescenze fuxia e rosa chiaro che sulle labbra dona un leggero tocco di colore effetto bagnato che non appesantisce i lineamenti, quindi adatto magari anche per completare un trucco già carico sugli occhi.

Lo utilizzo spesso anche semplicemente per “darmi un tono” quando esco di casa di fretta (sempre!) e con la carnagione ambrata post-vacanza si sposa alla meraviglia! Non è raro che io senta dei complimenti grazie a questo gloss che illumina il viso.

Inoltre la durata è davvero fenomenale per un gloss, vi consiglio davvero di provarne uno.

Le varie tonalità le trovate sul sito internet ufficiale di L’Oréal Paris, ma per esperienza so che non è sempre aggiornatissimo quindi non vi resta che fare un giro nella profumeria piu’ vicina per vedere dal vivo questi colori carinissimi.

Ho sentito parlare anche dei matitoni Glam Shine Balmy Gloss che somigliano ai famosissimi matitoni di Clinique Chubby Stick, voi ne sapete qualcosa in più?

Intanto mi è venuta voglia di anguria!

Lascia un commento »

Cosmetici Thailandesi

In una notte a Ko Phangan, di ritorno verso casa ho deciso di fermarmi a uno dei milioni di 7Eleven (supermercati sempre aperti) per fare un po’ di scorta di cosmetici.

Inutile dirvi che non parlo thailandese e quindi ho iniziato ad arraffare un po’ a caso ciò che mi capitava sotto mano, il più delle volte cosmetici sbiancanti.

Pare infatti che in Asia – al contrario dell’occidente super abbronzato – la vera bellezza risieda nella tintarella di Luna e nell’incarnato perfetto. Sara’ che con il Sole meraviglioso che batte sulle loro isole non hanno bisogno di sacrificarsi alla luce violacea delle isole lampados e si tengono volentieri la loro carnagione diafana. Come non dargli ragione?

Cosa ho preso? Per circa 800 BHT (un po’ piu’ di 20 euro):

  • Una Palette di 12 ombretti “naked” 8 dei quali piuttosto cremosi e shimmer, non male davvero

  • Un mascara di KMA Cosmetics – Total Long Mascara che non ho ancora provato, vi saprò dire tra qualche settimana;

  • Una confezione di talco al profumo di bubble gum adatta ai bambini, ma utilizzata – se ho capito bene – anche come cipria dalle donne thailandesi;

  • Una BB Powder dalla confezione molto kawaii e dal potere sbiancante. Mi sara’ utile in inverno? (ma in realtà sono olivastra quindi probabilmente non potrò utilizzarla mai). Ha SPF 20 e in regalo aveva un gloss in una simpatica confezione ad anello;
  • Un’altra BB Powder di Aron Cosmetics molto coprente. Pare sia la nuance numero 2. La confezione rosa è davvero deliziosa! (thanks to http://schonausprobiert.com/ for photos).
  • Un profumo Sexy Me by Patchrapa che a dire il vero mi ricorda il “Profumio”, credo sia per adolescenti:

Infine due prodotti in crema, una BB Cream di UZ Cosmetics – Oil Free SPF15 ed un prodotto dall’apparenza “stregonesca” quanto il balsamo di tigre che servirebbe a cancellare le lentiggini.

Che ne pensate del mio shopping asiatico? Curiose di sapere qualcosa in piu’ di qualcuno di questi prodotti?

2 commenti »

La terra del sorriso

Ho maturato la decisione di scrivere questo breve resoconto non sorvolando l’oceano, ma percorrendo le curve di una lunga strada napoletana che mi porta a casa quando decido di non prendere la tangenziale di ritorno dal centro.

Sono stata in Thailandia.

Napoli-Roma-Tel Aviv-Bangkok-Suratthani-Samui-Phangan-PhiPhi-Krabi-Bangkok-TelAviv-Roma-Napoli è stato l’itinerario palindromo o quasi che abbiamo percorso in queste tre settimane.

Non posso raccontarvi la bellezza dei posti che ho visto perchè sarei sicuramente riduttiva rispetto a qualsiasi immagine che potrete trovare su Google o su qualche rivista specializzata in turismo.

Posso però raccontarvi che è stata una vacanza illuminante perchè era in una terra lontana, bellissima, con modi di fare diversi e in compagnia di persone che in un modo o nell’altro si sono rivelate diverse da come le conoscevo.

Ho scoperto (o forse ho riscoperto) di poter fare affidamento su me stessa in ogni situazione e ho allungato un po’ l’orizzonte dei miei limiti anche fisici calandomi in imprese in cui non pensavo di avere la meglio.

Ho capito che i pensieri non hanno passaporto, che viaggiano clandestini e indisturbati per migliaia di km.

Ho sperimentato che un sorriso può cambiarti la giornata così come possono farlo un abbraccio o un complimento. Perchè nella foga di dover vedere ogni cosa e volersi divertire a ogni costo ci si dimentica forse degli affetti piu’ cari e a volte in soccorso arrivano sconosciuti con denti perfetti o semplicemente parole delicate.

Se si potesse tornare indietro investirei piu’ tempo nei rapporti umani e meno nella timidezza perchè alcune cose meravigliose possono capitare solo in posti così e difficilmente ritornano, ma una volta che sfuggono ricorrerle è una perdita di tempo (romantica, ma inutile).

Nella speranza che almeno qualcosa della bellezza che mi ha permeato resti per sempre sulla superficie della mia pelle – come un tattoo tipico thailandese – o nelle striature marroni dei miei occhi, vi do la buonanotte.

Sono tornata.

 

 

Lascia un commento »

Italo – Un nuovo modo di viaggiare e ciao ciao trenitalia!

 

Ho attraversato l’Italia più volte per seguire i concerti delle band che mi piacevano, con particolare insistenza negli ultimi anni del liceo, ho avuto due storie a distanza per un totale di circa 3 anni e ho studiato e lavorato a Roma e Milano per un altro paio d’anni (ma sono ritornata spesso a Napoli per la mia famiglia) quindi diciamo che sono circa 10 anni che ho visto stazioni e treni TRENITALIA più volte di quanto molti di voi vedano le loro madri.

Alcune volte l’unico momento di relax della mia settimana è stato rappresentato proprio dal momento del viaggio, ma tantissime altre volte, nella maggior parte dei casi, anche quel momento di assoluta tranquillità e pace che si può vivere nell’essere trasportati senza nessun tipo di intervento da un posto all’altro è stato guastato dalla totale inadeguatezza dei treni (fatiscenti, sporchi, cari, in ritardo… cos’altro?) di Trenitalia.

Non so quante volte mi sono ritrovata a maledire l’azienda o a invocarne il fallimento, non so quanti reclami per ritardo o malfunzionamenti ho fatto ricavandone quasi sempre niente (mi ricordo un viaggio in eurostar napoli-bologna senza aria condizionata d’agosto e con i finestrini bloccati: da denuncia, altro che da rimborso!).

Non so più quante persone mi hanno ascoltato parlar male di trenitalia, intavolare discorsi sull’illegalità di un monopolio in un servizio che fa schifo, augurargli che con i miei (tantissimi) soldi potessero comprarsi nient’altro che medicinali, ma finalmente ho un’alternativa (almeno per le tratte che faccio più di frequente): ITALO!

Mio caro Montezemolo, anche se lascerai la presidenza NTV che dirti… come dimostrarti il mio affetto e la stima profonda per te che dopo avermi fatto innamorare del rosso Ferrari mi fai ora entusiasmare per il bordeaux Italo!

Ho viaggiato nella scorsa settimana nelle tratte Napoli-Milano e viceversa, entrambe le volte in prima classe a soli 65 euro (rispetto ai 133 euro di trenitalia per la stessa classe e ai 100 per la seconda) e sono stata comoda, in silenzio, coccolata da spuntini e semplicemente SORRISI del personale (ciao Angelica, ciao Sebastiano!), informazioni, portale cinema gratis con film recenti (sicuramente frutto di una promozione iniziale, ma intanto me la godo) ed è stato tutto un altro modo di viaggiare.

E vogliamo parlare dell’indicazione sul biglietto della porta più comoda da cui salire per recarsi al proprio posto prenotato? La genialità della semplicità (e di qualche indagine sui consumatori):

Ciao ciao Trenitalia a non rivederci mai più!

(Mi piace immaginare che l’inizio del gesto ritratto nella fotografia a Montezemolo sia un clamoroso gesto dell’ombrello fatto a Trenitalia)

 

 

Lascia un commento »

50 Sfumature di grigio, nero, rosso

Sono sempre stata un’appassionata di lett(erat)ura. Ho letto tanto e ho scritto ancor di più, credo fermamente nel potere di riscatto che questa ha nei confronti di una realtà a volte offensiva (“La letteratura è una difesa contro le offese della vita” diceva Cesare Pavese) e sono un’estimatrice di alcuni dei libri forse agli occhi degli altri più noiosi al mondo.
Da Camus a Nabokov, da Bulgakov a Borges, ho passato l’adolescenza tra pagine e scaffali, con un colorito verde-grigiotopo a testimoniarlo il più delle volte, ma con in testa scenari e panorami che mi si sono aperti davanti dandomi nuove visioni del mondo.
Contemporaneamente ho sempre pensato che sia necessario essere onnivori, non è mangiando solo caviale che si cresce sani e neanche riempiendosi la pancia solo di schifezze, l’ideale è bilanciare. Non ci si deve mettere dei limiti altrimenti ci si ingabbia e ci si toglie il piacere di fare nuove scoperte.
Se tutto il mondo legge un libro sarà perchè almeno uno dei motivi per i quali quella storia è stata scritta è stato raggiunto: fa distogliere l’attenzione dalla realtà, porta in un’altra dimensione e allora vale la pena di essere letto o almeno sbirciato.
Con questo spirito ho letto Harry Potter, Il Signore degli Anelli, I love Shopping, la saga di Twilight e ora sì, lo ammetto, anche io l’ho fatto, 50 sfumature di grigio e relativi seguiti (sfumature di nero e rosso).
E che goduria!
Che piacere sublime immergersi in una storia d’amore appena più osé di un vecchio Harmony ma con tutti i luoghi comuni che restano immodificabili nella mente delle donne.
Uomini belli, tenebrosi, pieni di problemi, da salvare, strani, premurosi, ma assolutamente innamorati di noi. Così tanto da modificare nel profondo il loro modo di essere. Così tanto da condividere tutto con noi, dolci principesse del loro regno. Amori esclusivi, brucianti, storie d’amore brevi e definitive, senza alcun dubbio se non quello passeggero quanto una nuvola rapida, che riporta sempre e solo alla certezza dell’amore sicuro anche se doloroso.
Vorrei essere cinica, vorrei poter dire qualcosa di tagliente, ma in realtà no, non lo voglio.
Mi iscrivo a tutte le pagine Facebook su Christian Grey (protagonista dei tre libri), inizio a pensare a chi lo interpreterà nella sicura trasposizione cinematografica e mi metto a sognare di incontrare qualcuno che almeno in una sola delle sue 50 sfumature (di perfezione!) gli assomigli.
La letteratura non serve in fondo anche a cullare i propri desideri in vagonate di possibilità alternative? Voi cosa ne pensate?
5 commenti »

Tendenza moda o fissazione? Scarpe, borse, make up: FLUO in tutte le salse!

Lo confesso: la tentazione del fluo mi ha colpita fin da bambina.

A mia madre: “hai visto che è arrivata la moda del fluo? Io mi ci vesto da sempre” Lei: ” Sei sempre stata fuori moda”.

Ma come resistere al richiamo di arancione, giallo, verde e fuxia super brillanti e fluorescenti che illuminano e si riflettono sulla pelle abbronzata?

Non si può resistere e allora cedo ed ecco che ho preso due paia di sandali flat da Betty Flowers a Milano in giallo e in arancione (ma c’erano anche in verde fluo) e due mini pochette bombate molto economiche ma carine. Che ne pensate?

La moda fluo ha contagiato anche il makeup, devo dire che (per il momento) ho ceduto solo alla palette Acid di Sleek e allo smalto arancione che mi ricorda la Grecia.

 

Lascia un commento »