La Petite Trousse

Cosmetici Thailandesi

In una notte a Ko Phangan, di ritorno verso casa ho deciso di fermarmi a uno dei milioni di 7Eleven (supermercati sempre aperti) per fare un po’ di scorta di cosmetici.

Inutile dirvi che non parlo thailandese e quindi ho iniziato ad arraffare un po’ a caso ciò che mi capitava sotto mano, il più delle volte cosmetici sbiancanti.

Pare infatti che in Asia – al contrario dell’occidente super abbronzato – la vera bellezza risieda nella tintarella di Luna e nell’incarnato perfetto. Sara’ che con il Sole meraviglioso che batte sulle loro isole non hanno bisogno di sacrificarsi alla luce violacea delle isole lampados e si tengono volentieri la loro carnagione diafana. Come non dargli ragione?

Cosa ho preso? Per circa 800 BHT (un po’ piu’ di 20 euro):

  • Una Palette di 12 ombretti “naked” 8 dei quali piuttosto cremosi e shimmer, non male davvero

  • Un mascara di KMA Cosmetics – Total Long Mascara che non ho ancora provato, vi saprò dire tra qualche settimana;

  • Una confezione di talco al profumo di bubble gum adatta ai bambini, ma utilizzata – se ho capito bene – anche come cipria dalle donne thailandesi;

  • Una BB Powder dalla confezione molto kawaii e dal potere sbiancante. Mi sara’ utile in inverno? (ma in realtà sono olivastra quindi probabilmente non potrò utilizzarla mai). Ha SPF 20 e in regalo aveva un gloss in una simpatica confezione ad anello;
  • Un’altra BB Powder di Aron Cosmetics molto coprente. Pare sia la nuance numero 2. La confezione rosa è davvero deliziosa! (thanks to http://schonausprobiert.com/ for photos).
  • Un profumo Sexy Me by Patchrapa che a dire il vero mi ricorda il “Profumio”, credo sia per adolescenti:

Infine due prodotti in crema, una BB Cream di UZ Cosmetics – Oil Free SPF15 ed un prodotto dall’apparenza “stregonesca” quanto il balsamo di tigre che servirebbe a cancellare le lentiggini.

Che ne pensate del mio shopping asiatico? Curiose di sapere qualcosa in piu’ di qualcuno di questi prodotti?

Annunci
2 commenti »

Viaggio al termine della notte

Non pensavo di andarci davvero,  non pensavo di lasciarmi convincere, ma grazie all’insistenza di una persona a me carissima e al suo intervento alla fine sto per partire davvero per la Thailandia.

L’unica volta che ho messo piede in Asia è stato quando ho oltrepassato il Bosforo per toccare la punta asiatica di Istanbul, ma non ho mai visto colori e profumi asiatici intorno a me, non mi sono mai lasciata accarezzare dalle mani di un’esperta massaggiatrice thai, non ho provato la cucina speziata e particolare preparata in loco né ho assaggiato spiedini di cavallette.

Questi e molti altri cliché sono quelli che intendo sfatare con questo viaggio. Il primo viaggio così lontano da non poter essere accorciato grazie all’utilizzo di un altro mezzo di trasporto (penso ai due giorni per arrivare nelle Cicladi in Nave e alle 2 ore per ritornare a casa in aereo), il primo in un posto totalmente differente da ciò a cui sono abituata.

Bangkok, Ko Samui, Koh Phangan e poi chi sa, decideremo una volta arrivati che itinerario fare, lo studieremo in volo (o nelle lunghe ore di attesa nello scalo di Tel Aviv).

Spero di ritornare con la valigia non troppo pesante a causa di impulsi di consumismo che non so frenare, ma piena – pienissima, strabordante, di aneddoti da raccontare, risate da ricordare e qualche fusa di una tigre del tempio delle tigri.

Ci rivediamo a fine agosto! 🙂 )

2 commenti »